Ma chi sei? Dove stai andando? L’ “Alternanza Scuola Lavoro” puo’ aiutarti!!


imageScambio epistolare tra un tutor e una ragazza in una esperienza di “Alternanza Scuola lavoro” – NB: i nomi ed i luoghi sono di fantasia i fatti realmente accaduti

 Ciao Pietro,

Sono Anna Bianchi ho 16 anni e abito a Montefalcone, il 17 maggio ho terminato il terzo anno di superiori presso l’Istituto Tecnico Economico e Tecnologico  di Firenze  e come indirizzo di studio ho scelto Costruzioni Ambiente e Territorio. All’inizio per via dell’azienda dei miei genitori ho scelto questo indirizzo involontariamente e più volte ho avuto l’idea di lasciare perdere e andare a lavorare o di cambiare percorso di studi perchè mi piacerebbe fare altro, e inoltre non mi piacciono le materie d’indirizzo e l’ambiente scolastico. Successivamente però, con le prime esperienze lavorative sia da quando ho iniziato l’alternanza scuola-lavoro qui,   sia  ogni tanto con mio padre, ho capito che alla fine per ora quello che mi conviene fare è continuare questa scuola per diventare geometra soprattutto perchè l’ambiente di lavoro è diverso da quello scolastico.

 Ora che ho terminato appunto il terzo anno sto facendo dal 19 maggio l’alternanza scuola-lavoro nel tuo ufficio dove mi sono trovata bene fin da subito, dato che mi avete accolto con disponibilità e simpatia. Il luogo di lavoro mi è sembrato pulito, profumato, comodo e abbastanza spazioso non mancava niente tranne le mine delle matite.

Fin ora sono andata a Fiesole  per prendere le misure di una casa per poi fare il rilievo su Autocad e cambiare le destinazioni d’uso di alcuni locali, fare la relazione e la modulistica (SCIA). Tra questa serie di cose mi ha colpito di più prendere le misure piuttosto che fare le altre cose al computer perché non mi piace molto stare per ore avanti a tv, cellulari, computer, ecc..   ma il resto che ho fatto mi è stato comunque sia utile dato che non lo avevo mai o quasi mai fatto. Quello che mi piacerebbe fare qui da voi è capire e imparare che cosa fa principalmente il geometra dato che ancora non ho un idea molto chiara.

 Grazie per l’attenzione e per l ‘ospitalità.

Anna

 

Risposta:

Ciao Anna, grazie per la tua lettera.

 Io ho 46 anni e l’unica cosa che perseguo e’ ciò che mi far stare bene “dentro”, quello che oltre a fornirmi   le risorse per sopravvivere mi da una ragione per alzarmi dal letto il mattino felice di uscire di casa.

Il percorso di studio che stai facendo e’ sicuramente un buon punto di partenza….per il resto sii curiosa, guardati intorno, segui il tuo istinto e cura sempre la tua “autostima” e le “relazioni”.

 Prima di entrare nel mondo del lavoro,   hai degli obblighi, gli esami nella vita non finiranno mai, nessuno ti chiederà mai di raggiungere il massimo dei voti, ma sicuramente devi puntare all’agevole  superamento del percorso scolastico.

Non aver paura di chiedere ai tuoi genitori un aiuto per   recuperare qualche materia, vedrai poi sarà tutto in discesa.

 il terzo anno e’ sicuramente l’anno piu’ difficile.. più avanti gli argomenti diventeranno più professionalizzanti.

 Comprendo le difficoltà di chi ha la tua età, ma non ho dubbi sulle vostre potenzialità spesso inespresse.

 Quindi in bocca al lupo, grazie per la bella lettera…. Eeeeeeeee ….buona “alternanza”!!

 🙌👏🏽😊

Pietro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...