Cosa farai da grande? L’ASTRONAUTA!!

Cosa farai da GRANDE? L’ ASTROUNAUTA!!

Cosi ha risposto Paolo Nespoli alla sua maestra quando glielo chiese.

Immaginate la maestra ed i compagni…sorrisini di incredulità, quasi di scherno.

Invece eccolo qua… lui il suo sogno lo ha realizzato!!

Paolo, ho ricevuto una splendida lezione da te e sono certo che la tua nuova esperienza avrà molto da regalarci.. GRAZIE!!

Arrivederci presto!!

Giorgio Genangeli

 

 

 

 

Annunci

BORSA del NONNO

….mail di uno studente universitario al papà….

“Borsa del nonno”

un’ idea magnifica !

Sapere che quello che stai studiando, ti viene finanziato da una persona a te cara, che purtroppo non ha potuto vederti crescere e maturare, ti sprona e ti riempie di il cuore di gioia.

Ti aiuta anche a prendere coscienza di quelle che sono le “routine” degli adulti, ti insegna come sopravvivere, come risparmiare, capire quali sono le cose fondamentali.

Ti fa capire il vero “peso” dei soldi, della fatica e dei sacrifici che bisogna fare per conquistarli.

Ti fa capire il vero “sapore” delle cose; il gusto di conquistarsi qualcosa perché lo si è realmente guadagnato, e non perché lo si è semplicemente chiesto.

Ti fa crescere in meglio.

……mail firmata

La tua #casa ideale ? Come il tuo #partnerideale !!

Per puro esercizio ho chiesto ad un collega di disegnarmi la #donnaideale.

Senza preavvisi e preparazione ci siamo seduti nella nostra sala riunioni con un blocco, una matita e un iphone.

Inizio chiedendogli di disegnarmi la “donna ideale” descrivendone quali, a suo piacimento, ne siano i canoni.

IO: << Secondo te, com’è la donna ideale?>>

LUI: << La “donna ideale” può essere soltanto tua; io posso solo aiutarti a capire quale essa sia.>>

IO: << Okay, mi piace questo gioco!!>>

Inizio a descrivere la mia “donna ideale”.

Tra le tante richieste, arrivo perfino ad indicargli di desiderare che la mia “donna ideale” abbia un seno prosperoso…LUI, mi accontenta disegnandolo!

Disegna un seno talmente bello e realistico che mi fa arrossire, non volevo una “sex simbol”, volevo solamente la mia “donna ideale”!!!… LUI capisce il mio imbarazzo e subito pone rimedio: la veste.

Da li in poi un tripudio di richieste esaudite: fiori, gioielli, sguardo seducente, occhi profondi e capelli mossi dal vento che non dimenticherò mai!

IO: <<Non sarei mai stato capace di disegnare la mia “donnaideale”!>>…

E LUI, non ha disegnato la sua “donna ideale”, ma la mia!

Questa, è per INGEN, l’empatia.

Questo tipo di comunicazione, è ciò che si deve creare sempre tra Committente e Professionista.

Per noi progettare è un continuo scambio di esigenze, sensazioni, emozioni che portano il Committente in un viaggio esperienziale che ha come meta la sua “CASA IDEALE”.

Questo tipo di approccio non è usuale, può nascere solo in presenza di un #committenteilluminato, colui che sempre ricerchiamo.

Questo esercizio e’ stato utile per prendere atto:

  • Che la “donna ideale” è già al mio fianco;
  • Il progetto non è un disegno, ma il risultato di un percorso pluridisciplinare, fondato sul confronto, per arrivare all’obiettivo desiderato.
  • Che siamo pronti a progettare la tua “casa ideale”.

#etuchecommittentesei ?!

#EXPO 2020

Tutto pronto per il prossimo 01/06/2020.

Al Via il prossimo Expo Itinerante d’Italia sul futuro della Mobilità/Cultura/Turismo/Enogastronomia sostenibili.

 I padiglioni espositivi dei vari Stati del Mondo sono dislocati uno per Regione anche e sopratutto riutilizzando incubatori esistenti; collegamento “veloce” dei padiglioni con Treni veloci; sottocircuito “lento” all’interno delle singole Regioni con Metropolitane di superficie e ciclabili.

Il visitatore avrà la possibilità di scegliere un’itinerario a seconda del tempo di permanenza disponibile.

L’EXPO non conoscerà fine perche’ la viabilità rimane, gli incubatori continueranno ad essere utilizzato anche in gemellaggio con gli Stati che le hanno realizzate insomma un EXPO A COLORI.

Ahhhhhh….dimenticavo la cosa più’ importante…….

Gio’, Gio’…….svegliati!!

IMG_7386

Diario di viaggio di mezza estate……”Desiderata”.

IMG_7386Questa estate sono stato in vacanza a “Desiderata”, un posto davvero strano:

hanno poche leggi semplici, regole chiare.

Non esistono, razzismo, lotte di classe, poveri, ricchi…..solo persone per bene e non……quelle “non”, evidenziate, punite e tenute sotto controllo in onore del “bene”.

I dipendenti pubblici non hanno il posto fisso, sono rigorosamente scelti tra quelli che precedentemente hanno avuto occupazione in ditte private. Tutti hanno diritto ad un posto pubblico per un periodo della loro vita, solo attraverso appositi “rating” dei cittadini e possibile riottenere la riconferma per un ulteriore periodo.

I “servizi pubblici” sono tali, non sono meccanismi autoreferenziali per creare necessità da risolvere e complicazioni ai cittadini.

I requisiti per le abilitazioni professionali sono controllati  e riconfermati ogni dieci anni anni, previo esame.

L’Istruzione e’ libera e gratuita’ se frequentata con profitto e nei tempi, i professori come per tutte le attività pubbliche non hanno il posto fisso, nel percorso di studi sono previsti insegnati anche non laureati, mix pluridisciplinare e intergenerazionale, i giovani sono felici di collaborare con gli  anziani e viceversa, in uno scambio di linfa vitale, freschezza da un lato, esperienza dall’altro.

Le banche? Raccolgono soldi riconoscendo interessi, prestano risorse dietro equo compenso e garanzie, pubblicano il nominativo dei soggetti che finanziano per lo sviluppo di idee innovative, senza garanzie,  illustrando le motivazioni ed i processi.

Moneta digitale a costo zero.

I bandi pubblici? Puo’ partecipare chiunque abbia le competenze professionali richieste senza dover dimostrare abilità dall’esclusività fantasiosa, una volta ottenuto l’incarico pubblico non puo’ ottenerne altri, se non dopo un congruo periodo di sana rotazione.
Ho visto un bando pubblico per la ricerca di un professionista per uno studio urbanistico della città ….nel bando era scritto: il professionista deve dichiarare di non aver espletato fino ad allora uno studio urbanistico di una città.

Ogni qual volta si prende una decisione riguardante la “cosa pubblica” e/o grandi istituzioni viene pubblicata su un sito “vispiegoperche’” con video emozionale e commenti descrittivi dove chiunque puo’ interagire lasciando memoria sulla tipologia delle decisioni, ma sopratutto da chi ed in quale epoca sono state prese.

La salute? Cure garantite per tutti, tanti giovani Dottori sono a disposizione.

TV e Comunicazione, la TV pubblica e’ garantita dalla pluralità di funzionari senza posto fisso.
Nei giornali non c’e’ il mercato delle notizie preconfezionate ….ci sono le notizie, i commenti, le denunce….quelle vere…chiunque puo’ scrivere e dire cio’ che pensa!

Non esitono limiti al numero di Notai, Farmacisti, Taxisti, non ci sono “diritti acquisiti”.

Le tasse sono al 25%.

L’agenzia delle entrate riconosce premi ai contribuenti più virtuosi.

Non esistono “call center automatici” (premi 1 per…premi 8 per……) se hai bisogno di assistenza al telefono, risponde sempre un “Uomo”.

La giustizia civile? Entro un anno la sentenza! Il numero dei  giudici in funzione del numero di cause….se sbagliano non potranno più “giudicare” e ricoprire incarichi pubblici.

La pensione non esiste; tutti dalla nascita hanno una carta di credito con accredito automatico di 500,00 €uro/mese, non esistono altre forme di sostegno se non quelle relative alla salute e quelle fornite dal volontariato puro.

Non esiste cassa integrazione, mobilità o diavoleria varie ….i lavoro c’e’! Se diminuisce si distribuisce, se aumenta si condivide.

Poco prima di rientrare ho appreso che avevano appena nominato un ragazzo di 24 anni CT della Nazionale di calcio (felice dei suoi 90.000,00 euro di stipendio).…..

Gio’…Gio’……SVEGLIATI!!!!…..mannaggia dormivo!!

Cercasi TRENO USATO…….

carrozza treno breda

L’area vasta come dimensione ideale per impostare le politiche di sviluppo dei territori.

Le alleanze tra i Comuni come possibile slancio per razionalizzare le scelte socio economiche e insediative, abbattendo i costi, migliorando l’efficienza e la competitività in una prospettiva di sfida accentuata dai processi di globalizzazione.

Vivo nelle Marche, osservo la “Vallesina”, tutte le funzioni istituzionali pubbliche si svolgono nel Capoluogo Ancona : Tribunale, Catasto, Prefettura, Banca d’Italia, Direzioni Inail, Inps, Agenzia delle Entrate…ecc. ecc..

Tutte le mattine dai paesi si scende a valle in macchina e come in un fiume in piena ci si reca ad Ancona, affollando la superstrada.

Le attività produttive tutte lungo la superstrada per motivi logistici.

Ohhhh……… come mi piacerebbe svegliarmi un mattino, poter prendere una “metropolitana di superficie” che mi porta su e’ giu’ (con partenze ogni quarto d’ora) per la Vallesina, dove trovo tutte le funzioni centralizzate per materia, ma distribuite per i Comuni:

San Paolo di Jesi? Il Tribunale della Valle!

Serra San Quirico? Magistrato delle acque della Valle!!

Cupramontana? L’ufficio Patrimonio della Valle!

Fabriano? Sede Area Vasta Asur …..e già così!

Jesi? L’ufficio urbanistica e sede di tutti i processi di informazione, formazione dei cittadini …. la partecipazione della valle!

Rosora? Ufficio Manutenzione della Valle!

Santa Maria Nuova? L’Ufficio Protezione Civile della Valle!

Monsano? lo sportello Unico attività produttive della Valle!

Poggio San Marcello…….

Montecarotto………

Castelplanio……..

……….

e così via…..

Concentriamo funzioni con una logica di area vasta e distribuiamole su tutto il territorio dell’area vasta stessa tenendo conto delle vocazioni, dell’ accessibilità, della presenza e/o mancanza di attrattive turistiche storiche, degli immobili vuoti da riutilizzare;  probabilmente cosi’ possono rifiorire i piccoli centri ritrovando quel minimo di economia e far diventare piu’ a misura d’uomo le citta’.

Da dove partiamo? Sicuramente dalla Mobilità!!!

Nel mio piccolo ho provato a valutare la fattibilità chiedendo offerte a Breda (Società del gruppo Finmeccanica treni) e cercando informazioni a destra e manca, dati impossibili da reperire. Allora??? Visto mai che trovo un treno usato? ….eh eh…

Settimana Santa? Ci siamo!!

Mappa delle Parrocchie della Città di Jesi.

Viviamo e lavoriamo qui, studiando i quartieri storici della città, per comprendere meglio alcune dinamiche sulle “Comunità” e sulla “Partecipazione” ci e’ nata la curiosità di conoscere i confini delle Parrocchie.

Lavorandoci ci siamo accorti che non esisteva una Mappa delle Parrocchie della Diocesi di Jesi, quindi ci siamo impegnati per farla.

Per la Diocesi, un utile strumento, per noi un interessante momento di esercizio, riflessione, formazione, ma sopratutto ci ha fatto “stare bene” tra noi e con noi stessi. 

IMG_4407

 

Model

Centri storici off limits? Nessun problema con Biklease!

Sempre più’ difficile entrare con i veicoli nei centri storici.

La bicicletta a pedalata assistita e’ una delle soluzioni. Pieghevole, maneggevole, sicura ma sopratutto piacevole!

Godetevi finalmente i centri storici….attenzione a non dimenticarvi il motivo per cui  ci siete andati.

 

 

IL MONDO IMMOBILIARE E’ CAMBIATO…LA CRISI COME OPPORTUNITA’!!!

comprami

I ruoli sono invertiti…. se prima bastava costruire qualsiasi immobile e si vendeva, oggi chi acquista vuole qualcosa che non sia la solita casa.

Si e’ vero….. il  panorama immobiliare italiano è sbilanciato con tanta “offerta”, ma non e’ vero che non esiste “domanda” .

Operatori non illudetevi che il mercato immobilare riprenda secondo i canoni che conosciamo; SVEGLIATEVI, non prendetevi in giro.

Negli ultimi decenni la casa si è acquisita non per le esigenze ma per la disponibilità economica che si aveva a disposizione.

Convinciamoci che la casa e’ per chi la abita, non per chi la costruisce.

Compreso questo, abbiamo deciso di attivare:

Laboratori di “Valorizzazione e progettazione partecipata”.

Il futuro e’ nelle mani di Committenti mecenati, progettisti virtuosi, mastri costruttori.

Il risparmio del suolo, criteri antisismici, efficienza energetica, la salubrità, sono obbiettivi che potranno essere centrati soprattutto attraverso la demolizione e ricostruzione degli edifici esistenti, edifici peraltro gia’ in difficolta’ ad accogliere le tecnologie attuali, figuriamoci quelle dei prossimi anni.

Per fare questo  si deve insistere su un mix di ingredienti: criteri trasparenti di valutazione del patrimonio esistente che ne favorisca l’acquisto, provvedimenti fiscali che aiutino si, la mera manutenzione e riqualificazione degli immobili, ma incentivino pesantemente gli interventi di demolizione e ricostruzione. E’ infatti solo con questi ultimi che si otterrà un patrimonio sicuro sismicamente, efficace ed efficiente dal punto di vista energetico ed ambientale.

Prossimo obbiettivo attivare un laboratorio  tecnico emozionale che sviluppi la cultura del “farsi una casa” anche in condominio.

Stop al consumo del suolo, via alla RIGENERAZIONE URBANA!! 

Esperto Edificio Salubre

IMG_3639
Roma 25/26/27 Febbraio 2014
Esami, udienza di Papa Francesco, cerimonia consegna attestati….grandi emozioni!!
Formati i primi 50 tutor “esperto edificio salubre”. 
Il Dna dell’uomo e’ programmato per la vita all’aria aperta. Viviamo oltre il 90 % del nostro tempo in ambiente confinato. I rischi chimici, fisici e biologici dell’ambiente residenziale  e lavorativo vanno conosciuti per essere evitati….
Vogliamo prenderne e farne prendere coscienza guardando al progetto, al cantiere ed ai suoi occupanti con gli occhi di chi                                                          si ….ti….vuole bene!!